Le bellezze del Gargano: quattro passi tra natura e storia

Il Gargano, un viaggio fra le bellezze e la storia di una terra baciata da Madre Natura. Il Gargano è una delle mete preferite, e non solo dagli italiani, per trascorrere le vacanze. Le bellezze di questo piccolo, e fortunato, pezzo di territorio della nostra Penisola sono davvero tante, a cominciare dalle località balneari, per finire ai suggestivi borghi nei cui centri storici il tempo sembra essersi fermato.

 

le bellezze del gargano

Gargano, il territorio: fra mare, laghi, foreste e monti

Il Gargano è quella zona della Puglia settentrionale, in particolare occupa la parte orientale della Provincia di Foggia. L’intera area prende il nome dal promontorio garganico che è per tre parti circondato dal mare Adriatico. In, effetti, questo promontorio cui è stato assegnato il nome “Sperone d’Italia” è una piccola penisola che sporge da una penisola molto più grande: l’Italia. Il Gargano a ovest confina con il Tavoliere delle Puglie: la più vasta pianura dell’Italia centro-meridionale. Gli altri confini del Tavoliere, oltre al Gargano sono il Subappennino da una parte e il Golfo di Manfredonia dall’altra.  Nella zona centro-orientale del Gargano, a circa 800 metri dal livello del mare, si trova la Straordinaria Foresta Umbra che deve il suo nome alla sua folta vegetazione. La Riserva naturale Foresta Umbra si trova all’interno del Parco nazionale del Gargano e si estende per 400 metri toccando i comuni di Vico, Monte Sant’Angelo, Vieste, Carpino e Peschici.

Tra il promontorio del Gargano e il Tavoliere delle Puglie, troviamo il Lago di Varano e il Lago di Lesina che sono separati dal mare solo da una sottile linea di sabbia. Al primo fanno da corolla una ricca vegetazione di pini e eucalipti e un mare limpidissimo. Intorno al secondo, invece, troviamo la Riserva Naturale del Lago di Lesina.

Dal Gargano si arriva facilmente anche ai Monti Dauni sui quali si arroccano tanti paesi che offrono dei centri storici straordinari. Fra questi ricordiamo Alberona, insignita più volte della Bandiera Arancione, marchio di qualità ambientale per l’entroterra assegnato dal Touring Club Italiano; Bovino, con il suo Santuario alla Madonna di Valleverde, il Duomo e il Castello; Lucera, con l’Anfiteatro Romano Augusteo, la Basilica Santuario di San Francesco e i palazzi nobiliari del centro storico. E poi ancora Rocchetta S. Antonio, con la Chiesa della Beata Vergine Maria, il Castello Baronale del XV secolo, la Torre dell’Orologio e la Chiesa Rurale della Madonna del Pozzo; Sant’Agata di Puglia, col suo Castello Imperiale, il borgo medievale e i suoi palazzi nobiliari; Troia, con la maestosa Cattedrale, la Chiesa di San Basilio, quella di San Giovanni e i suoi Musei, Diocesano e Civico. Insomma, non c’è paese, non c’è angolo o strada che non mostri meraviglie storiche, scorci incantevoli e paesaggi mozzafiato.

bellezze del gargano spiagge

 

Le bellezze azzurre del Gargano: le spiagge 

In 200 chilometri di costa il Gargano svela spiagge e località balneari veramente da sogno. Impossibile fare una classifica dei posti più belli. Il litorale dello Sperone d’Italia è davvero di rara bellezza. E se si ha la fortuna di poterlo circumnavigare in barca, si scopre che tutta la costa, da Isola del Varano a Mattinata, non ha eguali e in più nasconde deliziose calette e grotte molto suggestive e da cui è possibile ammirare i famosi trabucchi, vecchie costruzioni da pesca, oggi tutelate come patrimonio monumentale.

Potremmo citare tutte le località che si affacciano sul Golfo di Manfredonia. Mattinata, per tutti una località dal non perdere per chi vuole trascorrere una vacanza al mare sul Gargano, è incantevole con la sua Baia delle Zagare in cui la spiaggia è fatta di ciottoli, oppure la spiaggia di Baia dei Mergoli, un piccolo paradiso caratterizzato dalla presenza di una bellissima falesia bianca a picco sul mare.

Vieste non è da meno con la spiaggia di Porto Greco immersa nel verde della macchia mediterranea, la Grotta dei Marmi e la Grotta delle Viole. E poi, sempre a Vieste, gli occhi possono godere della vista della magica Cala della Sanguinara: sabbia è bianca, mare turchese e spiaggia è circondata da una vegetazione lussureggiante, formata da ulivi, pini e querce. E che dire della Spiaggia dei Colombi con la sua Grotta? Meta ambita da famiglie con bambini per la sabbia morbida e l’acqua non molto alta.

Anche Rodi Garganico e Peschici sfoggiano spiagge uniche e una natura incontaminata.

Insomma, il litorale garganico accontenta tutti i gusti: dalla spiaggia con rocce e scogli che si trasformano in trampolini naturali per tuffi da dilettanti, come la spiaggia di Zaiana di Peschici, a quella esposta ai venti del Nord, come spiaggia di Ponente di Rodi Garganico meta preferita dei surfisti i quali, fra una cavalcata su un’onda e l’altra, si inebriano del profumo degli aranceti e dei limoneti che eleganti e austeri arredano il paesaggio circostante.

No Comments

Post a Comment