Mattinata

Mattinata, come altre città del Gargano fa parte del Parco Nazionale del Gargano e della Comunità Montana del Gargano ed è un comune di 6.445 abitanti. Situata all’interno del Parco Nazionale del Gargano, si estende su di una superficie di quasi 72 kmq. Il centro abitato è adagiato in una ridente conca verdeggiante di ulivi circondata da mare e boschi. Il tratto di mare che va da Mattinata a Vieste è rinomato per le sue bianche falesie, per i faraglioni e per i suoi anfratti e grotte alcune delle quali ancora non completamente esplorate.Mattinata è adagiata su due colline, Coppa Madonna e Castelluccio, circondata dal Monte Saraceno a sud, dal Monte Sacro a Nord, dalla pianura di uliveti e dal mare ad est e da Monte Sant’Angelo ad ovest.Nel suo territorio si possono rinvenire 61 specie di splendide orchidee, alcune delle quali crescono esclusivamente nella zona, che costituiscono un’attrattiva per numerosi turisti comuni, appassionati e studiosi di botanica che visitano Mattinata.
Da visitare c’è sul Monte Saraceno una necropoli di 500 tombe che testimonia la presenza della civiltà della Daunia di cui numerosi reperti sono conservati nel museo civico di Mattinata e in quello di Manfredonia. Anche sul Monte Sacro (874 m. slm) si possono ammirare i ruderi di un’antichissima abbazia benedettina. (difficile accesso, raggiungibile soltanto attraverso un sentiero). L’intero complesso, composto da una chiesa abbaziale a tre navate e dal convento, è in stile romanico. Al suo interno vi era una cappella dedicata a San Michele Arcangelo e un battistero a pianta quadrata.
Mattinata celebra la festa patronale dedicata a Santa Maria della Luce nelle giornate 14-15-16 di settembre. La festa inizia ufficialmente la mattina del 14, annunciando l’evento con fuochi pirotecnici e suono di campane. Per le vie cittadine passa “la banda” che annuncia l’inizio dei festeggiamenti. La via principale del paese, Corso Matino, viene addobbata con delle arcate di luci. Per l’occasione arrivano venditori di dolci tipici, giocattoli e le tanto attese giostre. Il programma dei festeggiamenti prevede di solito concerti di musica classica e leggera. In tutto il paese si respira un’aria di festa. Molta suggestiva è la processione che si tiene l’ultimo giorno. Essa si snoda per le vie cittadine, portando in mostra il quadro che raffigura la Madonna ma anche le statue di Sant’Antonio e di San Michele Arcangelo. Tutto si conclude a sera inoltrata con lo spettacolo di fuochi pirotecnici.
Fotografie di Mattinata

No Comments

Post a Comment