Vieste

Vieste, rinomata stazione balneare garganica, per la qualità delle sue acque di balneazione è stata più volte insignita della Bandiera Blu. E’ un comune di 13.414 abitanti e fa parte del Parco Nazionale del Gargano e della Comunità Montana del Gargano. E’ la città più orientale del promontorio del Gargano e della provincia di Foggia. Il nucleo più antico dell’abitato sorge su una rocciosa penisoletta situata su due arenili, a sud la spiaggia del Castello e a nord quella detta di San Lorenzo.
 vieste gargano
Il nome Vieste , deriva  dall’antica dea latina Vesta, ed è la località balneare più famosa e frequentata  della  provincia di Foggia  ed  anche di tutta la Puglia.
Ogni stagione estiva si riversano nella nostra bella Vieste migliaia di vacanzieri attratti non solo dal mare, dalle stupende spiagge,dalle pittoresche grotte, dalle baie e dalle grotte scavate dall’erosione del mare e dei venti, ma anche dal suo paesaggio ricco di selve, querce, pini, ulivi, frutteti  e altre piante di alto fusto.
La costa a sud di Vieste, con le sue baie come Baia di Campi, Baia di Vignanotica, Cala Sanguinaria, Cala della Pergola, Porto greco e tutte le grotte marine, hanno reso la nostra cittadina celebre in tutto il mondo. Alla punta di Vieste vi è l’ isolotto di Sant’Eufemia dove è stato costruito il faro di Vieste, detto anche faro di Sant’Eufemia. Invece la costa a nord di Vieste è più amata  dagli amanti dei sport acquatici come il windsurf, kitesurf.
Anche Vieste come Capri ha il suo faraglione dal nome Pizzomunno, alto 26 metri che secondo le leggende locali sarebbe un giovane viestano trasformato in roccia dagli dei del mare, condannato ad assumere forma umana e a riabbracciare la propria amata solo una volta ogni cento anni.
Cosa visitare a Vieste, feste viestane, informazioni su Vieste 
A Vieste  si possono visitare due musei. Il museo Civico Archeologico dove si possono ammirare notevoli reperti archeologici provenienti dagli scavi della zona. Oppure il museo Malacologico dove, sono esposte circa  11.500 conchiglie provenienti da tutto il mondo. A nord di Vieste, a circa 7 chilometri vi sono i resti dell’antica Merino, abbandonata nel X secolo  d. c. Le uniche testimonianze di Merino sono il Santuario di Santa Maria di Merino e i resti di una Villa Romana di epoca Augustea.
Ma la cosa più importante che sopravvive dell’antica città di Merino è la statua della Madonna e, che la cittadinanza  viestana festeggia ogni 9 maggio con una grande festa. Sempre nelle vicinanze di Merino vi è la  Necropoli paleocristiana  ( antico cimitero).
Grazie alle cooperative, sono stati ricostruiti tra Vieste e Peschici  i Trabucchi, giganti di legno eretti dai pescatori per poter trarre sostentamento dal mare anche nei periodi di cattivo tempo. I Trabucchi sono pali conficcati nella roccia  e funi che trattengono grandi reti da pesca calate in acqua. Lungo tutta la costa vi sono delle caratteristiche torri d’avvistamento, costruite a partire dal 1532 su ordine del viceré Don Pietro di Toledo.
Vieste è la vacanza ideale per chi non ama la velocità ed i ritmi frenetici della vita moderna e preferisce concedersi semplicemente una passeggiata tra i boschi e lungo le nostre coste incontaminate. E’ un opportunità per scoprire il Parco nazionale del Gargano, per cogliere i suoi aspetti più veri e nascosti. Innumerevoli sono le baie e le spiagge nei dintorni di Vieste, dove, anche nei periodi di maggior afflusso turistico, si può gustare un mare dalle acque limpide e incontaminate.
La festa di S. Maria di Merino, il 9 maggio è una delle piu importanti ricorrenze nel panorama locale. Attira ogni anno centinaia di viestani sparsi in tutto il mondo che ritornano al paese per assistere alla processione che partendo dalla Cattedrale. Analoga importanza, è data alla festa di San Giorgio, il 23 aprile.

No Comments

Post a Comment